Patto dei Sindaci


Rapporto di monitoraggio Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) Covenant of Mayors

Il Comune di Craco ha aderito alla “Convenant of Mayor” (Patto dei Sindaci), iniziativa di adesione volontaria per i sindaci dei Comuni europei impegnati nella salvaguardia del clima, con l’obiettivo finale di ottenere, entro il 2020, una riduzione di oltre il 20% delle emissioni di CO2 , la produzione locale da fonte rinnovabile di almeno il 20% dell’energia consumata e la riduzione dei consumi di almeno il 20% tramite azioni di efficientamento energetico degli impianti di consumo energetico e degli edifici e sistemi di trasporto . L’obiettivo è da perseguire mediante la progettazione e l’attuazione di azioni mirate, finalizzate all’ottimizzazione dei consumi energetici e dello stato emissivo, con particolare interesse per la promozione dell’energia da fonti rinnovabili.
Il Comune di Craco, come specificato nel PAES redatto nel 2014, ha previsto un programma di investimenti tesi alla riduzione delle emissioni di CO2, a partire da un anno di riferimento (Inventario delle Emissioni di Base -BEI, Baseline Emission Inventory), durante il quale si è provveduto alla raccolta ordinata di dati che descrive lo stato emissivo (CO2) del Comune. Baseline: anno 2010.
Il seguente rapporto di monitoraggio mette in luce i risultati raggiunti nel periodo intercorso, rispetto agli obiettivi fissati nel PAES da conseguire entro il 2020, ed elabora una nuova baseline al 31-12- 2016 delle emissioni (MEI)
Il programma di investimenti messi in campo dal comune, a partire dal 2010, ha finanziato la produzione da fonti rinnovabili di energia per la comunità Crachese, la riduzione di consumi di energia tramite interventi di efficientamento energetico degli edifici e degli impianti comunali di pubblica illuminazione.

Obiettivi del Paes

Il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile presentato dal comune di Craco si propone un obiettivo entro il 2020 di riduzione della CO2 di almeno 218,79 ton; tale valore rappresenta il 20% del totale delle emissioni gravanti sul territorio comunale pari a 1093,99 ton di CO2.
Come si potrà vedere nell’elaborato alla luce dei risultati derivanti dalle azioni che costituiscono il PAES gli obiettivi sono ambiziosi e si prevede che si conseguiranno al 2020 riduzioni pari al 31,82% pari a 348,16 ton di CO2 . Le emissioni di CO2 al 2020 saranno quindi di 745,83 ton .

Il Paes del comune di Craco è stato approvato dal consiglio comunale è sottomesso sul portale della Covenant of Mayor nel settembre 2014 Rapporto di monitoraggio Piano d’Azione per l’Energia In data 26 Novembre 2015 ci è stata comunicata la JCR con nota ufficiale l’accoglimento del nostro Piano di azione.

Non avendo presentato alcun rapporto intermedio nel 2015 il presente rapporto intermedio di attuazione viene elaborato comprendendo anche il MEI Monitoring emission inventory , una vera e propria nuova baseline che riporta i consumi energetici locali e l’inventario delle emissioni registrato al 31/12/2016.

La governance del piano

Il comune come indicato in fase di piano ha dato vita ad una struttura di gestione e monitoraggio della fase di attuazione prevedendo :

1. Una struttura tecnica amministrativa e finanziaria addetta alla gestione degli interventi progettuali

2. Una struttura di rilevazione e monitoraggio dei consumi energetici a livello di dettaglio ( edifici pubblici , pubblica illuminazione e mezzi di trasporto comunali ) distinta in consumi di elettricità , consumi di gas metano e consumi di combustibile per i mezzi di trasporto

3. Una struttura per la elaborazione dei dati e la loro diffusione presso gli organi di governo comunali e al pubblico .

Relativamente al punto 1 tale struttura è posta sotto la direzione dell’autorità politica ( sindaco e giunta) e diretta dal responsabile dell’area tecnica comunale ha proceduto alla progettazione , direzione ed esecuzione degli interventi avvalendosi sia di tecnici esterni all’ente ( tramite specifico affidamenti di incarichi) sia di imprese esecutrici tramite gare di appalto .

Il rilevamento dei consumi avviene con cadenza mensile , semestrale e annuale presso edifici e cabine elettriche comunali e presso gli uffici responsabili della gestione amministrativa delle forniture.

Dal 1/1/2016 relativamente ai consumi della pubblica illuminazione ( che rappresentano una significativa quota dei consumi elettrici totali ) la rilevazione d consumi avviene attraverso il sistema di tele controllo e telegestione installato nell’ambito del progetto di efficientamento energetico della p.i. realizzato.

Dal 2016 è stato inoltre installato un sistema di rilevazione e trasmissione tramite rete Wi-Fi dei dati di produzione dell’impianto fotovoltaico comunale situato in zona PIP avviato in esercizio dal giungo 2011 ed entrato a regime nel 2013. I dati rilevati vengono elaborati e valutati da uno staff tecnico della società Craco Ricerche srl composto dal responsabile Geom. Nicola Lisanti , da un esperto tecnico Ing. Paolo Truncellito e da un tirocinante Dott. Claudio Ruvo . La struttura di monitoraggio e supporto tecnico consente di affrontare in tempo reale le eventuali criticità e anomalie di funzionamento degli impianti attivando interventi di assistenza tecnica operativa e segnala inoltre eventuali consumi anomali o anomalie amministrative .

Gli investimenti realizzati al 31-12-2015
Pubblica illuminazione
Per quanto riguarda la pubblica illuminazione, l’amministrazione comunale ha finanziato e realizzato un progetto esecutivo di telegestione/telecontrollo dell’impianto, di tipo puntuale, pertanto ogni singolo punto luce è stato dotato di un reattore biregime per la riduzione del flusso luminoso. Nell’impianto quindi non sono stati installati riduttori di flusso classici posizionati a monte di ogni singolo quadro generale per la riduzione di tensione, ma l’impianto è stato dotato di riduttori di flusso puntuali (reattori biregime) installati su ogni singolo corpo illuminante, con evidente aumento delle prestazioni generali del sistema. In tal modo si è potuto assumere, possiamo dire, le luci della regia della città, controllando il flusso luminoso puntualmente.
Con il sistema di telegestione/telecontrollo MINOS SYSTEM installato si è potuto rispondere a tutte le esigenze gestionali, finalizzate ad un impiego più razionale delle risorse economiche ed al miglioramento della qualità del servizio offerto alla cittadinanza.

Tramite un sistema di telegestione/telecontrollo con un qualsiasi Personal Computer connesso alla rete Lan (o a internet) è possibile “dialogare” con ogni singolo armadio e con ogni singolo punto luminoso dislocato sul territorio comunale, a qualsiasi distanza.

Inoltre, grazie all’orologio astronomico abbinato al sensore crepuscolare, si è potuto sfruttare al meglio la luminosità residua del crepuscolo e quell’anticipata dell’aurora. Tale accorgimento ha consentito un risparmio di circa un’ora d’energia il giorno, pari al 10% delle ore totali di funzionamento.

L’adozione del modello SYRA ha permesso un’ulteriore economia: ipotizzando di ridurre la potenza assorbita dalle lampade per metà delle ore di funzionamento notturno, il risparmio generato, soltanto mediante l’utilizzo di tale modello, è risultato pari, in media, al 20%.

L’intervento ha portato alla messa in opera di 286 LED su un totale di circa 320 di corpi illuminanti, obsoleti, energivori ed inquinanti, del sistema di pubblica illuminazione del comune di Craco, pari all’ 89% di plafoniere presenti sul territorio comunale, il restante 11%, pari a 34 plafoniere, verrà sostituito con un nuovo intervento già programmato. Inoltre, tale intervento prevede anche l’ottimizzazione totale di tutta la rete di distribuzione elettrica delle linee della pubblica illuminazione, con la messa in opera di pozzetti nuovi, il rifacimento di muffole, la sostituzione di cavi elettrici obsoleti. Ciò sicuramente comporterà un ulteriore risparmio in termini di consumi elettrici.

Impianto fotovoltaico

Il comune di Craco ha realizzato un impianto di produzione fotovoltaica entrato in funzione nel giugno 2011 della potenza di 98 kwp . Entrato a regime nel 2013 l’impianto finanziato con fondi comunali beneficia di incentivo del Gestore dei servizi energetici GSE pari a 0,355 euro X KWh prodotto. L’investimento di 700.000€ globale è stato finanziato con mutuo da parte della Cassa Depositi e Prestiti e insieme alla spesa diretta alla realizzazione dell’impianto pari a circa 500.000€ ha destinato a servizi e infrastrutture generali di funzionamento della zona per gli insediamenti produttivi comunali circa 200.000€ . Il contributo GSE copre sostanzialmente l’intero importo destinato alla realizzazione dell’impianto fotovoltaico determinando un bilancio in pareggio .
La produzione media dell’impianto è di 124.000 kWh/annui ( dato 2016) e determina una riduzione delle emissioni pari a circa 67 tonn./annue di CO2.

Relativamente agli impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile già nella baseline 2010 abbiamo evidenziato che non si contabilizzavano i consumi energetici del settore agricolo e le relative emissioni in virtù della presenza a partire dal marzo 2009  di un impianto di produzione fotovoltaico della potenza di 4 Mwhp che produce mediamente circa 4800 Mwh annui compensando anche i consumi di combustibili dei trasporti privati.

 Nel 2013 sia per il contesto  favorevole che per le attività di promozione svolte dall’amministrazione comunale con l’iniziativa cittadella dell’energia ,tesa a promuovere la localizzazione di tali impianti nel territorio comunale di Craco , sono entrati in esercizio altri due mpianti di proprietà privata per un totale di 2 Mwhp di potenza con una quantità stimata annua di produzione da fonte fotovoltaica pari a 2400 Mwh annui.
Proprio in virtù di questi due impianti nella baseline 2016 riformulato nel nuovo Mei abbiamo ritenuto di non riportare anche i consumi energetici e le relative emissioni del settore privato residenziale e terziario.
Conseguentemente la nuova baseline 2016 comprende i consumi della pubblica amministrazione relativa a:
Consumi elettrici , ( edifici comunali e pubblica illuminazione ) consumi di gas e consumi di combustibili determinati dai mezzi di trasporto comunali ( trasporto dipendenti , trasporto scolari , trasporto frazioni differenziate dei rifiuti comunali e servizio manutenzione giardini) .

Relativamente alla realizzazione di nuovi impianti fotovoltaici comunali programmati dal nostro PAES si evidenzia che al momento attuale è stata effettuata la progettazione di due piccoli impianti per un totale di 25 Kwp da realizzare su edifici comunali da realizzare nell’anno 2017.

ALLEGATI: